• Giugno

    10

    2020
  • 5
FINANZIAMENTI AGEVOLATI

FINANZIAMENTI AGEVOLATI

FONDO DI GARANZIA PMI

Importo Fino a 25.000 €
Durata fino a 72 mesi con inizio rimborso dopo 24 mesi di preammortamento
Garanzia 100% concessa alla banca automaticamente, senza valutazione
Tasso d’interesse in rapporto al “Rendistato” con una maggiorazione dello 0,2%
Note L’importo non deve essere superiore al 25% dei ricavi da ultimo bilancio depositato o da ultima dichiarazione redditi (per imprese costituite dopo il 1/1/19 da altra idonea documentazione, come autocertificazione)
Requisiti Imprese fino a 499 dipendenti.

La garanzia è concessa anche in favore di beneficiari che presentano, alla data della richiesta di garanzia, esposizioni nei confronti del soggetto finanziatore classificate come “inadempienze probabili” o “scadute o sconfinanti deteriorate”, purché la predetta classificazione non sia precedente alla data del 31 gennaio 2020.

 

Sono escluse le imprese che presentano esposizioni classificate come “sofferenze” ai sensi della disciplina bancaria.

 

 

Importo Maggiore di 25.000 € e non superiore alternativamente al:

–       25% del fatturato 2019;

–       doppio della spesa salariale 2019 (per imprese costituite dopo il 1/1/19 costi salariali annui previsti per i primi due anni);

–       fabbisogno per costi del capitale di esercizio e per costi di investimento nei successivi 18 mesi (attestato mediante autocertificazione)

Durata fino a 72 mesi con eventuale pre ammortamento di 24 mesi.
Garanzia Garanzia pubblica del 90%, incrementabile al 100% mediante l’intervento di Confidi per le Imprese.
Tasso d’interesse In autonomia della banca
Note la garanzia può essere cumulata con garanzia Confidi per le Imprese, sino al 100% per importi non superiori al 25% del fatturato (800.000 €)
Requisiti Imprese fino a 499 dipendenti e con ricavi annui non superiori a 3.200.000 €,

La garanzia è concessa anche in favore di beneficiari che presentano, alla data della richiesta di garanzia, esposizioni nei confronti del soggetto finanziatore classificate come “inadempienze probabili” o “scadute o sconfinanti deteriorate”, purché la predetta classificazione non sia precedente alla data del 31 gennaio 2020.

 

Sono escluse le imprese che presentano esposizioni classificate come “sofferenze” ai sensi della disciplina bancaria.

Tipologia Rinegoziazione del debito
Durata Non superiore a 10 anni
Garanzia Garanzia pubblica o di Confidi per le Imprese dell’80%
Tasso d’interesse In autonomia della banca
Note Incremento di almeno il 10% del credito erogato rispetto ai debiti da rinegoziare
Requisiti PMI (Imprese fino a 50 milioni di € di fatturato oppure con totale di bilancio annuo non superiore a 43 milioni di euro e con meno di 250 occupati)

 

La garanzia è concessa anche in favore di beneficiari che presentano, alla data della richiesta di garanzia, esposizioni nei confronti del soggetto finanziatore classificate come “inadempienze probabili” o “scadute o sconfinanti deteriorate”, purché la predetta classificazione non sia precedente alla data del 31 gennaio 2020.

 

Sono escluse le imprese che presentano esposizioni classificate come “sofferenze” ai sensi della disciplina bancaria.

 

Tipologia Moratoria
Durata Fino al 30 settembre 2020
Misure utilizzabili –       Possibilità di utilizzare la parte non utilizzata delle aperture a revoca e dei prestiti accordati a fronte di anticipi su crediti esistenti alla data del 29 febbraio 2020 o quelli alla data del 17 marzo, se superiori. Gli importi accordati dalla banca o dall’intermediario finanziario non possono revocati, neanche in parte fino al 30 settembre 2020;

–       La proroga alle medesime condizioni fino al 30 settembre 2020 dei prestiti non rateali con scadenza prima del 30 settembre 2020;

–       La sospensione fino al 30 settembre 2020 del pagamento delle rate o dei canoni di leasing in scadenza prima del 30 settembre 2020, per i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale, anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie. È facoltà dell’impresa chiedere la sospensione dell’intera rata o dell’intero canone o solo della quota capitale.

Requisiti PMI (Imprese fino a 50 milioni di € di fatturato oppure con totale di bilancio annuo non superiore a 43 milioni di euro e con meno di 250 occupati)

 

La garanzia è concessa anche in favore di beneficiari che presentano, alla data della richiesta di garanzia, esposizioni nei confronti del soggetto finanziatore classificate come “inadempienze probabili” o “scadute o sconfinanti deteriorate”, purché la predetta classificazione non sia precedente alla data del 31 gennaio 2020.

 

Sono escluse le imprese che presentano esposizioni classificate come “sofferenze” ai sensi della disciplina bancaria.

 

CAMERA DI COMMERCIO della Romagna

Tipologia Contributi diretti alle imprese su finanziamenti garantiti dai Confidi
Garanzia Confidi per le Imprese
Tipologia di contributo 5% dell’ammontare del finanziamento coperto da garanzia, fino ad un massimo di € 7.000,00
Requisiti PMI (Imprese fino a 50 milioni di € di fatturato oppure con totale di bilancio annuo non superiore a 43 milioni di euro e con meno di 250 occupati)
 

 

 

REGIONE EMILIA ROMAGNA

Tipologia Contributi diretti alle imprese su finanziamenti garantiti dai Confidi
Garanzia Confidi per le Imprese
Tipologia di contributo Variabile, corrispondente ad un Taeg del 4,5% o 5,5% a seconda che il finanziamento sia contro garantito o meno dal Fondo di Garanzia PMI

Contributo massimo: 15.000 €

Requisiti PMI (Imprese fino a 50 milioni di € di fatturato oppure con totale di bilancio annuo non superiore a 43 milioni di euro e con meno di 250 occupati)

 

Attivazione di finanziamenti bancari di durata massima 36 mesi, dell’importo massimo di 150.000 €, garantiti da Confidi per le Imprese. Possibilità di attivare un preammortamento di 12 mesi

© Copyright 2019 Teknologica Srl - Privacy Policy